Burning Man rivela il tema per il 2018

L’evento annuale Burning Man ha annunciato il suo tema per l’edizione del prossimo anno: I, Robot.

In una trama interessante, Burning Man ha scelto il tema del 2018 che ripercorre la raccolta di romanzi di sci-fi, Isaac Asimov, I, ROBOT.  Mentre i temi passati sono stati centrati su concetti più vasti e aperti, come il tema del “Radical Ritual” del 2017, il 32esimo tema annuale della BM non è meno immaginativo, ma ancora più preciso.

Nel post di annuncio sul Burning Man Journal, l’organizzazione elabora queste linee etiche:

“At first glance, these ethical precepts seem simple enough; they are really not much different from the Golden Rule. But a team of robot psychologists, engaged in what we would today call quality control, soon discover certain glitches that become quite sinister.”

In effetti, il tema del prossimo anno offrirà ai partecipanti l’opportunità di esplorare l’asserzione di Asimov secondo cui “non esiste una vera moralità senza emozioni”, esplorando la connessione “tra coscienza umana e calcolo astratto”. Una cosa rimane certa: nessuno ama un robot arrabbiato.

Leggi anche: Prurient annuncia un nuovo album di tre ore, “Rainbow Mirror”

Per chi non lo sapesse, Burning Man è un Festival di otto giorni che si svolge ogni anno dal 1991 a Black Rock City, una città che vive solo alcuni giorni, sulla distesa salata del Deserto Black Rock nello Stato del Nevada, a 90 miglia (150 km) a nord-est di Reno. Il Festival si conclude con la festa americana del Labor Day, a Settembre.

Viene descritto dagli organizzatori come esperimento in comunità, radicale espressione di sé e radicale fiducia in sé. Il nome deriva dal rituale che consiste nell’incendiare un grande fantoccio di legno il Sabato sera. Ognuno dei partecipanti è libero di organizzare esibizioni, mostre d’arte, performance, workshop e giochi e segnalarli, oppure no, all’organizzazione del Festival.

Burning Man 2017

Ogni partecipante deve portare attrezzatura da campeggio, generatori di elettricità, cibo e acqua per la propria sopravvivenza e le uniche cose in vendita nella città sono ghiaccio e caffè; il baratto e il dono sono le uniche forme ammesse di passaggio di proprietà di beni, cibo ed acqua. A Black Rock City i cellulari non funzionano e oltre a potersi verificare alcune tempeste di sabbia improvvise, di giorno le temperature superano i 40 °C e la notte possono abbassarsi di diverse decine di gradi, per questo motivo la maggior parte degli eventi si svolge dopo il tramonto.

Tutte le macchine fotografiche e le videocamere devono essere registrate all’arrivo in città e chi ha intenzione di effettuare delle riprese o fare fotografie per scopi commerciali deve accordarsi preventivamente con l’organizzazione del festival. Non tutti gli eventi possono essere ripresi.

Il festival è organizzato da Black Rock City, LLC, sotto la guida di uno dei fondatori, Larry Harvey, e altri cinque membri del comitato, di cui fanno parte Marian Goodell, Harley Dubois, Michael Mikel, Will Roger Peterson e Crimson Rose.

Iscriviti

Iscriviti alla nostra newsletter